The Shape Of Things

Archiviato in: Commedia, Drammatico, Sentimentale, Recensione — BigApple 29 Settembre 2009 @ 13:34

Regia: Neil LaBute
Cast: Gretchen Mol, Paul Rudd, Rachel Weisz
Usa 2003

 
Dall’eclettico regista di Betty Love e La terrazza
sul lago (solo per citarne alcuni), ci si trova
dinanzi ad una commedia atipica nel suo genere.
Curioso vedere Paul Rudd in un ruolo molto diverso
dal solito, per sottolineare anche la buona prova
degli altri protagonisti.
The Shape of Things passato inosservato qui da noi
(come al solito in questi casi) è il classico esempio
di film ben fatto, una commedia romantica a modo, che
lascia parecchi spunti riflessivi. Quanto si è disposti
a cambiare per amore? Quanto è giusto cambiare per
un’altra persona?
Nel film c’è anche spazio per qualche scena spassosa,
senza uscire mai fuori strada, per una serata leggera
fino ad un certo punto.

3 Commenti »

  1. Mi sembra che questa recensione, tutto sommato, sottovaluti un po’ il film. Non lo liquiderei come una storia romantica e un po’ divertente con qualche spunto di riflessione. Direi che, nella sua oggettiva leggerezza, è una potente narrazione di due questioni notevoli: il rapporto vero/falso o menzogna/verità (vedi S1mone con Al Pacino) e la capacità trasformativa di qualunque relazione di controllo (più che quanto si cambia per amore: quanto si fanno cambiare gli altri per dominarli).

    Commento di Felice — 6 Ottobre 2009 @ 20:17

  2. Verissimo quanto detto da Felice: il film è tutt’altro che romantico, ed è tutt’altro che una commedia!!!!! L’apparente “leggerezza” con cui snoda, è solo il “linguaggio” usato per comunicare qualcosa di mooooolto piu’ profondo, che, se vogliamo (estremizzando…), oltre ai rapporti tra esseri umani, va a toccare anche le fondamenta su cui si posa la nostra “percezione” di “realtà”…
    Molte cose sono sicuramente passate inosserrvate alla maggior parte degli spettatori (privi evidentemente degli strumenti necessari per comprenderle), ma qualcosa è sfuggito anche in qualche recensione… :)

    Commento di Franz — 9 Novembre 2009 @ 16:42

  3. Non ho mai visto un film così noioso e banale, sinceramente faccio fatica a ricordarne uno peggiore. I dialoghi sono monotoni e vuoti, la storia è ridicola e ho sempre avuto la sensazione (fino ai titoli di coda) che qualcosa dovesse prima o poi accadere…..in una sola parola PESSIMO!!!!!

    Commento di Mino — 10 Febbraio 2010 @ 17:07

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un tuo commento