Role Models

Archiviato in: Commedia, Recensione — BigApple 24 Maggio 2009 @ 12:55

Regia: David Wain
Cast: con Seann William Scott, Paul Rudd,
Christopher Mintz-Plasse, Bobb’e J. Thompson,
Elizabeth Banks
Usa, Germania 2008

Gli ingredienti per una commedia piacevolissima
ci sono tutti: protagonisti bravi e simpatici,
battute caustiche, scene imperdibili, ritmo e
consapevolezza che solo gli americani sanno
fare questo tipo di commedie.
Lo Stiffler di American Pie in coppia con uno
dei migliori attori dell’ultima generazione,
risultano da subito ben affiatati.
Se si vuol guardare oltre alle risate che
il film inevitabilmente ci porta a fare, notiamo
una morale di fondo neanche tanto stupida:
tutti noi abbiamo delle debolezze, e queste è
meglio affrontarle, viverle e magari urlarle
al mondo piuttosto che reprimerle.
Commedia assolutamente godibile, per una serata
all’insegna del divertimento (non familiare).

Choke - Soffocare

Archiviato in: Commedia, Drammatico, Grottesco, Recensione — BigApple @ 12:31

Regia: Clark Gregg
Cast: Sam Rockwell, Anjelica Huston, Kelly MacDonald, Brad William Henke,
Kathryn Alexander, Paz de la Huerta, Matt Gerald, Clark Gregg
Usa 2008

Tratto da un romanzo di Chuck Palahniuk (Fight Club),
con la regia esordiente di Clark Gregg (sceneggiatore
de “le verità nascoste”), il film ci appare efficace
sin dalle prime battute.
E’ tutto ben congeniato, tutto risulta ben incastrato:
dagli eccessi di un sessuomane ai traumi infantili,
dalle fedi religiose perdute e ritrovate.
Nel cast tutti i protagonisti sono in forma ed insieme
ad una sceneggiatura che regge ne è venuto fuori un
prodotto eccellente, mai scontato, che lascia spazio
ai pensieri tortuosi dell’essere umano che preferisce
vivere e lamentarsi dei propri problemi, piuttosto che
rendersi conto che sono, talvolta, psicosomatici.
Un plauso particolare per Sam Rockwell che si impone
alla grande come protagonista assoluto..diverte e si
diverte, e gli incontri con la madre Anjelica Huston
risultano davvero emotivamente forti.
Se dovessimo additare degli aggettivi a questo film
potremmo definirlo: dissacrante, blasfemo, pazzo e
grottesco.

STATE OF PLAY

Archiviato in: Azione, Thriller, Recensione — Elisabetta Besutti 21 Maggio 2009 @ 12:00

Regia: Kevin MacDonald
Cast: Russell Crowe, Ben Affleck, Rachel McAdams,
Helen Mirren, Robin Wright Penn,
Jason Bateman, Jeff Daniels.
USA 2009

Una morte misteriosa dà l’avvio ad una serie di
indagini farraginose, colpi di scena ed un’ampia
panoramica sui legami mai allentati tra potere,
politica e verità scomode. Questi gli elementi cardine
di un political thriller dove si muovono in qualità
di protagonisti un giornalista sopra le righe - assetato
di verità e con perenne aria di sufficienza -,
un brillante quanto ambiguo neo-onorevole e una
blogger/reporter, giovane ed inesperta, ma tenace.
Il regista dimostra senza dubbio di padroneggiare
i riferimenti del classico film di genere,
pur avendo a volte l’impressione che non si trovi
il giusto bilanciamento fra esigenze narrative ed un
intreccio non sempre facilmente accessibile.
L’impeccabilità degli scenari e le prove attoriali
non si mettono in dubbio, ma meno clichè all’americana
e una ventina di minuti in meno avrebbero reso
migliore una pellicola che rimane tuttavia fruibile.

Aspettando il sole

Archiviato in: Commedia, Grottesco, Recensione — BigApple 19 Maggio 2009 @ 20:38

Regia: Ago Panini
Cast: Claudio Santamaria, Claudia Gerini, Bebo Storti,
Vanessa Incontrada, Giuseppe Cederna, Corrado Fortuna,
Raoul Bova, Gabriel Garko.
Italia 2007

 

Cosa può accadere una notte qualsiasi, in una
città italiana, in un hotel?
Laddove si intersecano i destini di 15 persone.
C’è chi è lì soltanto per perder tempo, chi ha
preso una camera per girare un film hard, chi
si nasconde dopo una rapina e quant’altro.
Un film “insolitamente” italiano a tutti gli
effetti, ambientato nel 1982. Grottesco fino
ai titoli di coda, piacevole sin dall’inizio.
L’intreccio non è affatto lineare, il che
rende la pellicola piacevolmente non commerciale.
Ottimo cast, ottime prove attoriali, soprattutto
per Cederna e Santamaria.
Lo stile ricorda i grandiosi Manetti Bros., non
siamo a quel livello, ma visto questo primo
lungometraggio è forse il caso di tener d’occhio
questo regista finora relegato a regista di
videoclip.

Generazione 1000 Euro

Archiviato in: Commedia, Recensione — BigApple 1 Maggio 2009 @ 11:53

Regia: Massimo Venier
Cast: Alessandro Tiberi, Valentina Lodovini, Carolina Crescentini,
Paolo Villaggio, Francesco Mandelli.
Italia 2008

Il film descrive la vita di giovani trentenni
al giorno d’oggi alle prese con sogni
infranti, contratti a termine, ansie, insicurezze.
Ben fatto, per certi versi (quelli più goliardici),
ci ricorda il grandissimo Santa Maradona, ma quando
si esce dalla sala si ha anche la sensazione di aver
visto un film con dei bei contenuti così come accadde
per il precedente lavoro di Massimo Venier (Mi fido di te).
Così andrebbero fatti i film in Italia. Laddove non vi è
una tradizione (e neanche ne sentiamo il bisogno) di
americanate nostrane, è giusto che siano proposte
commedie girate in questo modo. Senza voler strafare,
divertendo, lasciando una vena di malinconia
per quella che è, purtroppo, la realtà italiana.
Un plauso a tutto il cast, ogni personaggio è perfettamente
incastrato come in un puzzle. Il protagonista (Alessandro
Tiberi) è decisamente in gamba, la Lodovini buca lo schermo,
bella e brava come poche. Il “nongiovane” Mandelli è
il Libero De Rienzo della situazione: sarcastico, amico
vero, sempre con la battuta pronta. Bella anche la parte
affidata al grande Paolo Villaggio.
Davvero godibilissimo.