La Matassa

Archiviato in: Commedia, Recensione — BigApple 21 Marzo 2009 @ 13:08

Regia: Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Giambattista Avellino
Cast: Salvatore Ficarra, Valentino Picone,
Anna Safroncik, Claudio Gioé, Pino Caruso.
Italia 2009

Il destino unisce due cugini che non si
parlano da vent’anni dando vita ad una
commedia degli equivoci tanto amata dalla
nostra tradizione cinematografica.
Rispetto ai primi due lungometraggi, qui
il copione è più solido, la trama regge.
Non si ride per tutta la durata del film come in
Nati Stanchi, ma ci troviamo di fronte ad una
maturazione artistica del duo comico siciliano.
A tratti il film sembrerebbe più adatto ad
un altro cast, per contenuto ed intensità,
ma col passare dei frame, ci si rende conto
che questi due ragazzacci sono davvero bravi
ed avendo partecipato attivamente alla stesura del
copione e alla regia insieme ad Avellino si può dire
che forse la nuova commedia all’italiana parte da
qui, tra i vari Ale&Franz, Brizzi e quant’altro.
Una commedia mai volgare, che fa ridere o
sorridere senza strafalcioni, come eravamo stati
abituati e coccolati ai tempi d’oro dei grandi
registi (Monicelli, Scola, ecc.).
Buona visione a tutti.

The Wrestler

Archiviato in: Drammatico, Recensione — BigApple 9 Marzo 2009 @ 14:42

Regia: Darren Aronofsky
Cast: Mickey Rourke, Marisa Tomei,
Evan Rachel Wood
Usa 2008

Randy “The Ram” negli anni ‘80 era all’apice
del successo come wrestler professionista.
Dopo vent’anni il protagonista si trova a fare
i conti con la sua vita: il corpo segnato dai colpi
subiti, un rapporto padre-figlia inesistente ed
incapacità di relazionarsi al di fuori del ring.
Il film è ben fatto, la sceneggiatura (seppur
drammatica) riesce a catturare l’attenzione
senza toccare pietosismi e,quindi, tralasciando
scene che sarebbero divenute melodrammatiche.
Mickey Rourke, in un ruolo perfetto, dà prova
di esser sempre stato un eccellente attore.
Plauso anche per Marisa Tomei, in un ruolo che
forse le potrebbe restituire lustro dopo l’oscar
vinto nel ‘92 per Mio cugino Vincenzo (e le relative
polemiche che ne susseguirono).
Le scene di wrestling sono marginali (per la gioia
dei detrattori) e questo fa di The Wrestler un film
di spessore, girato ed interpretato ottimamente.

IAGO

Archiviato in: Drammatico, Sentimentale, Recensione — Elisabetta Besutti 5 Marzo 2009 @ 03:27

Regia: Volfango De Biasi
Cast: Nicolas Vaporidis, Laura Chiatti,
Lorenzo Gleijeses, Gabriele Lavia, Aurelien Gaya,
Giulia Steigerwalt, Fabio Ghidoni
Italia 2009

Quando la somma tragedia si fa commedia popolare
di medio-bassa lega: questo è IAGO, trasposizione
post-moderna del dramma shakesperiano OTELLO.
Delle gesta narrate dal grande drammaturgo
nemmeno l’ombra però, se non fossero i nomi
a ricordarci che c’è un riferimento all’opera madre.
Il resto è camuffato, stravolto, artefatto
spesso al limite del plausibile.
Lo spirito dissacratorio che alcuni dialoghi
vorrebbero far trasudare è spesso ironia qualunquista
che va ad infarcire un prodotto solo a tratti godibile.
Un cenno a Nicolas Vaporidis/Iago che, seppur
simpatico ed accattivante come sempre, è forse troppo
imprigionato nella sua ‘allure pseudo-adolescenziale’.
Una finestra a parte va aperta su
Lorenzo Gleijeses/Roderigo il cui background teatrale
è valido supporto ad un’ottima performance attoriale.
Primi piani incantevoli per la bellissima Chiatti/Desdemona.
Finale troppo veloce.