SETTE ANIME

Archiviato in: Drammatico, Recensione — Elisabetta Besutti 18 Gennaio 2009 @ 20:49

Regia: Gabriele Muccino
Cast: Will Smith, Rosario Dawson,
Woody Harrelson, Michael Ealy
Usa 2008

Secondo esperimento made in USA per l’accoppiata
Muccino/Smith che, dopo La ricerca della felicità,
si trovano nuovamente insieme a muoversi lungo i
territori del dramma, qui immerso in dosi ingenti di
sensibilità emotiva ed emozionale.
Sette anime è un viaggio attraverso
il dolore, la malattia, i rimorsi distruttivi,
con piccole grandi finestre aperte sul destino,
sull’altruismo, sull’immancabile Amore.
Le idee ci sono tutte, ma spesso la sceneggiatura
pecca nel dilungarsi eccessivamente intorno alla “forma”.
Il ritmo narrativo non poche volte risulta troppo
lento e scarsamente attento ad una visione
introspettiva dei personaggi.
Le critiche tuttavia non possono demolire il film,
un film che entra, tocca, lascia attoniti.
Più che buone le prove attoriali di Smith, Dawson ed Harrelson.
Un invito commosso e commovente a saper apprezzare
le piccole grandi cose delle vita e, nel contempo, un invito
a dare sempre un po’ di “cuore” (anche se non siamo
proprio dei messia dell’amore) a chi ha molto meno di noi.

Passengers

Archiviato in: Drammatico, Thriller, Recensione — BigApple @ 13:24

Regia: Rodrigo Garcia
Cast: Anne Hathaway, Patrick Wilson, Andre Braugher,
Dianne Wiest, David Morse
Usa 2008

Un incidente aereo. Otto superstiti cercano
di ricostruire l’accaduto tramite le sedute
con una psicologa incaricata di indagare sul caso.
La trama potrebbe dare spunti interessanti,
se si volesse soprassedere sul fatto che
l’inizio ricorda troppo il pilot di Lost
del buon JJ Abrams, ma purtroppo si ferma
tutto al condizionale. Lo svolgimento resta
lento, forse anche per dare un certo impatto
drammatico alla vicenda. C’è un vano tentativo
di creare una pellicola che sia un mix di generi,
ma, a mio avviso, il risultato è alquanto vacuo.
Anne Hathaway riesce un pò a risollevare le sorti
di un film destinato a finire nel dimenticatoio,
ma non basta per non restare straniti dinanzi ad
un finale piuttosto deludente. Evitabile.

Yes Man

Archiviato in: Commedia, Sentimentale, Recensione — BigApple 11 Gennaio 2009 @ 13:18

Regia: Peyton Reed
Cast: Jim Carrey, Zooey Deschanel, Bradley Cooper,
John Michael Higgins, Rhys Darby, Terence Stamp
Usa 2008

Non è sempre facile conciliare il puro divertimento
con qualcosa di intelligente e profondo.
Peyton Reed è riuscito in pieno nell’intento e
Yes Man risulta un film perfetto sotto ogni punto di vista.
Si ride sin dalle prime battute con un Jim Carrey
mattatore assoluto, tanto da pensare che forse
soltanto lui avrebbe potuto interpretare questo ruolo.
La pellicola risulterà un elogio al pensiero positivo
e, tra una gag e l’altra, c’è anche spazio per dare
vita ad una commedia romantica, mai smielata,
simpatica, divertente, dolce quanto basta.
Colonna sonora affidata quasi interamente agli Eels.
La canzone iniziale è, invece, dei Journey,
ottima per dare subito un buon ritmo al film.

Lonely Hearts

Archiviato in: Drammatico, Thriller, Recensione, Storico — BigApple 7 Gennaio 2009 @ 12:16

Regia: Todd Robinson
Cast: John Travolta, James Gandolfini, Salma Hayek, Jared Leto
Usa Germania 2006

Secondo film tratto da una storia realmente
accaduta negli anni ‘40 negli States: una coppia
di killer che arrivarono ad uccidere dodici donne
che avevano risposto all’annuncio per cuori solitari.
L’indagine è seguita da due poliziotti, nello specifico
John Travolta ed un grandissimo James Gandolfini.
Un noir di tutto rispetto, con le dovute
ambientazioni d’epoca. Il cast è di prima scelta
e sono tutti all’altezza del ruolo. La buona regia
rende il racconto scorrevole e col passare dei minuti
cresce l’interesse per la storia narrata.
Crime drama solido, senza sbavature.

UN GIORNO PERFETTO

Archiviato in: Drammatico, Recensione — Elisabetta Besutti 5 Gennaio 2009 @ 22:05

Regia: Ferzan Ozpetek
Cast: Isabella Ferrari, Valerio Mastandrea, Valerio Binasco
Monica Guerritore, Stefania Sandrelli, Nicole Grimaudo
Italia 2008

Ferzan Ozpetek porta sul grande schermo
l’omonimo romanzo di Melania Mazzucco,
facendosi forza di tanti elementi che nel
complesso sottolineano la sofferta coralità del film.
Le donne (in particolare un’intensissima Isabella Ferrari)
sono il perno attorno al quale gira tutto il resto.
Donne violentate nel quotidiano, nel corpo e
nella mente, ma che nonostante tutto imparano
a sopravvivere e qualche volta a Vivere.
Gli accentuati primi piani e la lentezza dominante
sono funzionali al viaggio che il regista
ci fa fare nelle singole psicologie,
personalità tormentate, in perenne balia di emozioni forti
e sentimenti contrastanti che ci fanno capire
quanto l’essere umano sia imperfetto e sottoposto
a mille rovesci esistenziali, spesso drammatici.
Film non facile e dunque non consigliato a tutti,
in particolare agli amanti dell’happy end.
Bravissimo Mastandrea e cast ottimamente assortito.

The Strangers

Archiviato in: Horror, Thriller, Recensione — BigApple 4 Gennaio 2009 @ 12:48

Regia: Bryan Bertino
Cast: Liv Tyler, Scott Speederman,
Glenn Howerton, Alex Fisher
Usa 2008

Prendete la sceneggiatura di Vacancy,
rubacchiate qui e lì qualche riferimento a Cane di paglia,
prendete spunti stucchevoli dall’altrettanto pessimo
Funny Games ed ecco che nasce The Strangers.
Il 90% della pellicola risulta noioso, non tanto
per i soliti ormai vecchi clichè, ma più che altro
per il modo in cui è girato. Il regista cerca di
mettere a fuoco solo ciò che è al centro
dell’inquadratura, sfumando tutto il resto,
e questo per tutto il film, a
nostro avviso, non può reggere.
Suspence, ne mette ben poca.
La sola Liv Tyler non può sostenere un film che
è sbagliato dall’ossatura.
Il protagonista maschile ha una presenza
scenica pari a del pulviscolo atmosferico
e tutto il film lo si passa a capire quanto,
invece, fosse ben fatto Vacancy.
Risparmiate i soldi del biglietto.